SOUNDSTAINABILITY – Making future from listening

LUGANO / 4-7 OTTOBRE 2023 / FKL | SUPSI-DFA | RSI | UNIL | PHSZ

Il suono è un fenomeno immersivo e relazionale in una misura maggiore di quanto siamo abituati a pensare e solitamente ad ammettere. Non v’è dubbio che il suono dell’ambiente costituisca una modalità specifica di conoscenza del mondo e la sua qualità sia una condizione vitale per il genere umano e per le altre specie animali.
Il suono ci circonda e ne siamo creatori. Gli animali usano i suoni, producendo e ricavandone informazioni, per comunicare o per altre attività vitali: muoversi nello spazio, nutrirsi, riprodursi, difendersi, giocare. Gli esseri umani estendono questo campo alla cultura e alle sue forme simboliche, all’interno delle quali il suono riveste un’importanza fondamentale. Il suono è, insomma, parte dei sistemi ambientali e l’ascolto e la produzione di suoni registrano, rivelano, modificano i processi al loro interno.
Diventa allora importante rivolgere l’attenzione allo stato presente e futuro del mondo sonoro, comprendere quali sono gli equilibri al suo interno e chiedersi se e come questi si trovino in una relazione di reciprocità con i macro-processi di sviluppo ambientale, sociale ed economico la cui sostenibilità, ovvero la capacità di soddisfare i bisogni di oggi senza compromettere la stessa possibilità nel tempo futuro, è necessità fondamentale nel tempo presente.
Porsi in ascolto, utilizzare un paradigma acustico e comunque multisensoriale, per valutare il sistema di relazioni complesso in cui si è immersi e costruire gli equilibri futuri del pianeta diventa una condizione fondamentale per poter garantire tale principio di mantenimento.
Questo potrebbe comportare uno spostamento dal considerare la realtà attraverso l’utilizzo di un paradigma prevalentemente “retinico”, in cui questa si dà come immagine statica, verso l’uso di un paradigma multisensoriale, e dunque anche “acustico”, in cui si è immersi e coinvolti in un sistema di relazioni complesso.

L’XI Simposio Internazionale sul paesaggio sonoro, organizzato da FKL – Forum Klanglandschaft in collaborazione con SUPSI – Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana – Dipartimento Formazione e Apprendimento -, RSI Radio Televisione Svizzera di Lingua Italiana, UNILUniversità di Losanna, intende aprire un dialogo interdisciplinare che si interroghi sull’utilizzo del paradigma acustico, possibile o attuale, nei tempi e nei luoghi che abitiamo, nella prospettiva di un presente e di un futuro sostenibili.

Temi

Comitato organizzatore e scientifico